Il Cipro blocca 2.500 siti di gioco d’azzardo illegali

Il regolatore delle scommesse sportive del Cipro (Εθνική Αρχή Στοιχημάτων) bloccherà circa 2.500 siti di gioco che forniscono i loro servizi ai clienti locali nonostante sia proibito di farlo. I rappresentanti del regolatore hanno partecipato ad una riunione lunedì, organizzata dalla Camera della Commissione Finanziaria del paese mediterraneo.

Oltre il problema del gioco d’azzardo online summenzionato, i partecipanti alla riunione sono stati focalizzati sulla discussione di nuovi atti legislativi in materia di regolamentazione delle scommesse sportive e dei diversi giochi d’azzardo.

Il regolatore ha annunciato all’inizio di questo mese che il termine della presentazione per gli operatori di scommesse sportive interessati a fare una domanda di licenza per operare nel mercato locale di recente regolamentazione è già scaduto. Di conseguenza, il regolatore ha detto che avrebbe aggiornato il suo elenco di blocco, aggiungendo circa 2.500 siti web che sono ritenuti illegali.

La lista nera è stata composta da operatori che non hanno rispettato la scadenza per certe ragioni o hanno continuato ad operare nel mercato cipriota, senza essere autorizzati a farlo.

Qui è anche importante notare che il regolatore delle scommesse sportive del Cipro ha permesso ad alcuni richiedenti di offrire le opzioni di scommesse sportive online agli scommettitori ciprioti entro un periodo di transizione. I principali marchi di scommesse sportive Betfair, bet365 e Sportingbet e sono stati tra gli operatori che hanno ottenuto il via libera di operare durante il periodo transitorio in questione.

I giochi online di casinò, poker e betting exchange sono severamente proibiti ai sensi della legge di gioco d’azzardo del 2012 di Cipro. I rappresentanti del regolatore hanno detto durante la riunione lunedì, che la loro repressione del gioco d’azzardo online è stata rivolta principalmente ai siti web che offrono opzioni di casinò online.

Un altro argomento importante discusso ieri è stato il monopolio dell’operatore della lotteria greca OPAP sui giochi di lotteria nella repubblica insulare. In base ad un accordo interstatale tra la Grecia e la Repubblica di Cipro, la società di gioco d’azzardo deve pagare 10 milioni di euro di imposte all’anno per il diritto di essere l’unico fornitore di opzioni della lotteria.

Tuttavia, secondo una revisione condotta dal revisore generale del Cipro, Dott. Michaelides Odysseas, il piccolo paese del Mediterraneo perde ogni mese 1 milione di euro di imposte a seguito al suo accordo con OPAP.

Nel 2014, è stata diffusa la notizia che il governo cipriota intende recedere dall’accordo intestato e introdurre nuove regolamentazioni della lotteria. Più tardi ha tirato indietro la sua decisione, ma a quanto pare l’idea sia ancora una volta messa sul tavolo.

Un disegno di legge che prevede la fornitura di diritti esclusivi della lotteria ad un certo operatore per un certo periodo e in certe condizioni è stato recentemente introdotto. Secondo la proposta di legge, il licenziatario della lotteria dovrebbe pagare una tassa del 24% sull’utile lordo annuale o almeno 20 milioni di euro ogni anno, se la quota dell’utile lordo del 24% non supera i 20 milioni di euro. Il disegno di legge dovrebbe essere esaminato da parte della Camera.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit