David Baazov modifica la controversa offerta di acquisto di Amaya

Meno di due settimane dopo che l’imprenditore David Baazov aveva fatto un’offerta ufficiale per acquisire la società di gioco d’azzardo canadese Amaya Inc., l’offerta è stata avvolta dalle polemiche. Pochi giorni dopo che l’ex amministratore delegato e presidente dell’operatore di gioco d’azzardo ha presentato i documenti presso la Securities and Exchange Commission statunitense (SEC), uno degli investitori menzionati nella documentazione, ha negato qualsiasi coinvolgimento in questa operazione.

Questo colpo di scena alla fine potrebbe comportare il fallimento dell’operazione, anche se il Consiglio di Amaya sta ancora esaminando la proposta di signor Baazov.

Nel mese di novembre, l’uomo d’affari ha reso noto al pubblico che era interessato ad acquisire la società di gioco d’azzardo e renderla privata. Tuttavia, dopo più di nove mesi lui ha ufficialmente presentato la sua offerta alla SEC. Il 14 novembre il signor Baazov ha depositato la documentazione necessaria alla Commissione. Lui ha affermato nella presentazione che voleva acquisire la società istituita da lui stesso per 24C$ per azione ordinaria, o approssimativamente 3,5 miliardi di dollari canadesi.

A quel tempo, l’offerta dell’ex amministratore delegato di Amaya è stata presumibilmente sostenuta da quattro investitori stranieri – KBC Aldini Capital Ltd. con sede a Dubai, Ferdyne Advisory Inc., Head and Shoulders Global Investment Fund SP e Goldenway Capital SPC, gli ultimi due con sede a Hong Kong.

Poco dopo, l’amministratore delegato di KBC Aldini Capital, Kalani Lal, ha detto ai media canadesi che la sua società non ha avuto nessun coinvolgimento nella proposta operazione, gettando un’ombra sull’offerta controversa.

Venerdì, il 25 novembre il signor Baazov ha presentato la documentazione modificata alla SEC, riducendo la lista dei finanziatori a solo due – Head and Shoulders Global Investment Fund SPC e Goldenway Capital SPC. La presentazione di venerdì diceva che i due investitori avrebbero fornito 3.45 miliardi di dollari per finanziare l’acquisizione potenziale dell’accordo. In confronto, la documentazione dal 14 novembre informava i commissari che i quattro investitori avrebbero fornito il sostegno finanziario di circa 3,65 miliardi di dollari.

La documentazione modificata conteneva anche la spiegazione del signor Baazov per quanto riguarda la questione di KBC Aldini Capital. L’imprenditore ha suggerito che i rappresentanti di KBC Aldini Capital avessero consegnato la lettera di impegno del capitale senza la conoscenza o il consenso dell’investitore.

Non c’era nessun riferimento all’altro finanziatore menzionato in precedenza – Ferdyne Advisory – nella presentazione di venerdì.

L’offerta modificata sarà ora esaminata da parte del Consiglio di Amaya. Tuttavia, la probabilità dell’approvazione e raccomandazione agli azionisti della società di un’offerta così controversa è piuttosto piccola. Oltretutto, il signor Baazov è attualmente oggetto principale di un’indagine condotta dall’Autorité des marchés financiers, noto per essere il regolatore valori mobiliari del Quebec. Anche se l’uomo d’affari si è dichiarato non colpevole delle accuse di insider trading, il semplice fatto che è apparso sullo schermo radar dell’AMF è indicativo della problematica natura della sua offerta pubblica di acquisto.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit