mybet registra ulteriore calo delle entrate

Il tedesco operatore di gioco mybet Holding SE e la sua controllata mybet Group hanno registrato un calo del 15,2% dei ricavi nei primi nove mesi di quest’anno a causa dei risultati di calcio più scarsi dalle aspettative e delle sfide normative. Le entrate del Gruppo sono state pari a 34,7 milioni di euro per il periodo in esame, in calo dai 40,9 milioni di euro, generati durante gli stessi nove mesi dell’anno precedente.

La notevole flessione è stata attribuita ai risultati sfavorevoli durante il Campionato europeo di calcio 2016, le aspettative non soddisfatte per l’inizio dei regolari campionati di calcio in Europa e le modifiche normative in Grecia, che hanno ostacolato le attività di mybet nel paese dell’Europa meridionale.

L’EBIT del gruppo ha ammontato a 4,2 milioni di euro per i nove mesi chiusi in data 30 settembre, in aumento del risultato negativo dell’EBIT di 6,4 milioni di euro riportato per lo stesso periodo del 2015. Il dato registrato include la vendita del marchio pferdewetten. Al netto del contributo dell’operazione, l’EBIT si è attestato al risultato negativo di 2,5 milioni di euro.

mybet ha avuto 1,606,408 clienti registrati alla fine del periodo di riferimento, rispetto a 1.489.218 nel 2015.

Le entrate dalle scommesse sportive per i primi nove mesi dell’anno sono stati pari a 21,4 milioni di euro, in calo del 16,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I ricavi dalle attività di scommesse online sono diminuiti del 32,4% su base annua. Il decremento è in una certa misura compensato dalla crescita del 4,8% della divisione retail della società.

La spesa in scommesse sportive è stata pari a 114,3 milioni di euro, in calo del 7,5% su base annua. La spesa online è diminuita del 20,3% a 52,8 milioni di euro. La spesa nella rete fisica di mybet è stata pari a 61,6 milioni di euro, con un incremento del 7,2% rispetto all’anno precedente.

Le entrate da casinò sono diminuite del 23,8%, raggiungendo 11,7 milioni di euro nel corso dei nove mesi in esame. La sostanziale flessione è stata attribuita alle sfide normative che ha affrontato l’operatore di gioco d’azzardo in uno dei suoi mercati chiave, la Grecia.

Ultimo ma non meno importante, i ricavi delle attività B2B di mybet hanno raggiunto 1,6 milioni di euro nei nove mesi chiusi in data 30 settembre. La divisione B2B della società attualmente fornisce servizi di gioco d’azzardo agli operatori di scommesse sportive con licenza a livello regionale, soprattutto in Belgio e in Ghana.

Nel mese di agosto, l’operatore di gioco ha avviato un soft-launch della sua nuova piattaforma informatica che attualmente offre un porfolio ampliato di scommesse sportive e di giochi di casinò. mybet sta attualmente trasferendo i clienti alla nuova piattaforma e sta rimediando i malfunzionamenti per preparare il prodotto per il lancio ufficiale.

Commentando la performance e i progetti per il prossimo futuro della società, l’amministratore delegato Markus Peuler ha detto che il rinnovo completo della propria offerta di prodotti e i sistemi interni senza dubbio avrebbero comportato migliori risultati a breve termine. Il dirigente ha anche aggiunto che l’operatore di gioco d’azzardo rimarrà focalizzato nella riduzione dei costi, investendo in aree di crescita promettenti e lavorando con diligenza per migliorare la propria performance finanziaria complessiva.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit