La UK Gambling Commission anela migliorati standard del settore

La UK Gambling Commission ha chiesto agli operatori di gioco di adottare le misure più orientate al consumatore e quindi porre il cliente al centro delle loro decisioni commerciali. Sembra che il regolatore di gioco d’azzardo del paese pianifichi di introdurre sanzioni più severe per coloro che non riescono a rispettare le sue esigenze.

La richiesta è stata fatta da Sarah Harrison, Chief Executive della UK Gambling Commission. La signora Harrison è stata tra gli oratori dell’inaugurale Raising Standards Conference, che si è tenuta a Birmingham. Parlando a nome dei colleghi commissari, lei ha detto che la loro intenzione è trasformare il settore del gioco d’azzardo nel Regno Unito nel “settore più rinomato” del mondo.

Secondo la signora Harrison gli operatori hanno già investito notevoli fondi e sforzi di registrare progressi relativi alla riduzione del danno sul gioco d’azzardo e agli strumenti di gestione del gioco d’azzardo efficaci. Tuttavia, lei crede che si possa fare di più e si debba procedere in tal senso.

La Gambling Commission ha suggerito che le società britanniche si dovrebbero concentrare sulle tre aree principali per elevare gli standard e quindi fornire l’offerta orientata al cliente, cioè la responsabilità sociale, il trattamento equo dei clienti e la prevenzione al riciclaggio di denaro.

In termini della responsabilità sociale, la signora Harrison ha osservato che gli operatori dovrebbero lavorare verso la prevenzione dei danni legati al gioco e non solo cercare di far fronte a un problema che si è già verificato. La trasparenza e l’attenzione per i consumatori in tutto il percorso di gioco d’azzardo sono state altri aspetti elencati dal funzionario di gioco d’azzardo come particolarmente importanti.

Per quanto riguarda il trattamento equo dei clienti, il regolatore del gioco d’azzardo britannico è stato informato nel corso degli anni sulle preoccupazioni dei clienti in materia di auto-esclusione, il prelievo dei fondi, i termini e le condizioni discutibili e il marketing controverso. La Commissione ha sottolineato più volte che aspetta dagli operatori di fare miglioramenti orientati al cliente in queste quattro aree costantemente.

Ultimo ma non meno importante, la signora Harrison ha esortato i fornitori britannici di opzioni di gioco a “elevare il [loro] gioco” in relazione alle misure per la prevenzione del riciclaggio di denaro e a essere particolarmente inquisitivi quando cercano di identificare le fonti di finanziamento dei clienti.

Al fine di accertarsi che la sua voce sia stata ascoltata, la UK Gambling Commission intende adottare le misure più rigorose sotto forma di più grandi sanzioni per coloro che non sono riusciti a rispettare le sue esigenze. E, anzi, la Comissione potrà revocare le licenze dei ripetuti trasgressori.

Le ultime raccomandazioni del regolatore sono arrivate nel mezzo di un’indagine governativa sui terminali di scommesse a quota fissa e il loro impatto sui clienti e sul modo in cui i prodotti di gioco d’azzardo vengono pubblicizzati in televisione. Un invito per presentare contributi (Call for Evidence) è iniziato il 24 ottobre e gli operatori di gioco saranno richiesti di fornire informazioni relative all’indagine summenzionata fino al 4 dicembre.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit