Tatts Group conferma interesse per il business di INTRALOT in Australia

Gli accordi di fusione e acquisizione quasi non sorprendono nessuno nell’ambito del settore del gioco d’azzardo siccome di recente ne sono avvenute tante. Secondo le ultime relazioni da Australia, l’operatore di gioco d’azzardo Tatts Group Ltd. è stato in trattative per quanto riguarda l’acquisizione INTRALOT Australia il ramo australiano del colosso di gioco d’azzardo greco INTRALOT.

L’operatore stesso ha confermato oggi che aveva tenuto delle trattative con il business sopraindicato da qualche tempo e che avevano progredito a una fase di ‘dovuta diligenza confermativa’. Tatts Group, tuttavia, ha sottolineato che non è stata ancora fatta una proposta ufficiale e che le trattative non porteranno in un’operazione. L’importo che la società di gioco avrebbe dovuto pagare a INTRALOT non è stato nemmeno precisato. Le persone a conoscenza del settore hanno valutato l’accordo di acquisizione a circa 90-100 milioni di dollari australiani.

INTRALOT Australia generalmente si occupa del monitoraggio dei dispositivi di gioco d’azzardo nei hotel e club nello stato di Victoria. L’azienda fornisce anche i regolatori e le autorità fiscali con importanti informazioni per quanto riguarda la performance dei detti apparecchi da gioco.

Sino alla fine del 2014, INTRALOT Australia si è occupata della vendita di ticket di lotto e keno nello stato. Tuttavia, la società ha venduto la sua licenza di lotteria Categoria 2 a Tatts Group, concentrando così la propria attenzione solamente sul monitoraggio delle attività degli apparecchi da gioco.

L’anno scorso INTRALOT Australia ha generato un fatturato di 26 milioni di dollari australiani, in crescita dall’ammontare di 14 milioni di dollari australiani riportati per il 2014.

Con la conferma di Tatts Group del suo interesse nel business australiano di INTRALOT, gli analisti hanno ipotizzato che l’operatore di gioco d’azzardo avrebbe ripreso le trattative della fusione con la società australiana rivale Tabcorp. All’inizio i due colossi di gioco d’azzardo avevano indicato che pensavano a un consolidamento delle loro attività alla fine del 2015. Le trattative sono state rotte alla fine e la fusione non è accaduta.

La settimana scorsa, Tabcorp ha annunciato che avrebbe acquisito la società di tecnologia di gioco INTECQ per 128 milioni di dollari australiani al fine di promuovere le proprie attività di servizi di gioco d’azzardo. Il consiglio di INTECQ (noto nel passato come eBET) ha sostenuto il dirigente di Tabcorp. La società è conosciuta per fornire programmi di fedeltà e di prendersi cura degli apparecchi di gioco in 1.200 case da gioco in tutta l’Australia.

Si ritiene che con le acquisizioni di Tatts e Tabcopr le due società cercheranno di nuovo ad accordarsi sul consolidamento in modo da assicurare la propria competitività nel mercato locale e globale di gioco d’azzardo in rapida crescita.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit