In Svizzera quasi 50.000 giocatori sono esclusi dalle case da gioco locali

Secondo i dati registrati dalla Commissione federale delle Case da Gioco (CFCG) pubblicati nei media locali, nel 2015 è stato vietato l’accesso a quasi 50 mila di persone ai casinò locali. Si tratta di persone che hanno mostrato problemi di dipendenza, sono troppo indebitati dal gioco o che costituiscono un pericolo per le attività delle sale.

Il numero dei giocatori colpiti dal divieto è 46.468 che è in aumento con 3.374 unità rispetto all’anno precedente, secondo i dati riportati dalla CFCG. Le case da gioco hanno agito in conformità con le leggi locali e hanno escluso i giocatori ritenuti come compulsivi oppure quelli che non dispongono di abbastanza mezzi finanziari per giocare.

Attualmente in Svizzera ci sono 21 casinò concessionari, 8 dei quali sono di concessione A e 13 di concessione B. Grazie alla concessione le sale potrebbero ottenere licenza per svolgere attività di gioco in conformità con le prescrizioni legali. La legge deve essere rispettata da tutte le sale da gioco e la CFCG è l’organo competente per il rilascio della licenza.

Ai sensi delle prescrizioni per la protezione sociale le case da gioco devono presentare una concezione sociale nella quale determinare le misure per la prevenzione dalle conseguenze negative del gioco, il riconoscimento di giocatori a rischio, le esclusioni di tali giocatori e la formazione del personale.

La Commissione federale delle case da gioco ha pubblicato il suo rapporto annuale per il 2015 nel quale ha concluso che i casinò locali “hanno nel complesso attuato i loro obblighi”. L’autorità ha precisato che durante il periodo in esame ha condotto ispezioni in tutte le sale da gioco con l’obbiettivo di stabilire se sono adottate le misure sociali prescritte con una particolare attenzione sulla identificazione delle persone con comportamento patologico.

Dal 2009 in poi nel paese è vietato l’esercizio di giochi d’azzardo nonché la gestione di casinò online. Nel rapporto per il 2015 la Commissione rileva che lo sviluppo tecnologico ha contribuito alla diffusione di giochi illegali in Internet. Esistono terminali su server che sono ubicati all’estero grazie ai quali si può accedere ad alcuni giochi online.

Nel corso di 2015 l’autorità ha aperto circa 120 procedimenti di gioco illegale online e ha modificato la sua prassi relativa alle multe. Nel rapporto si dice che il numero dei procedimenti è rimasto stabile rispetto all’esercizio precedente.

Un altro aspetto interessante dal rapporto è che nel 2015 la Commissione ha osservato una diminuzione del prodotto lordo di giochi pari a CHF 681 milioni in calo del 4% rispetto a CHF 709 milioni dell’anno precedente. La CFCG afferma anche che la redditività dei caisnò e relativamente buona in confronto ad altri settori.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit