Il presidente di Sportech Digital lascia la carica

Il fornitore di opzioni di gioco con sede nel Regno Unito Sportech PLC ha annunciato che Rich Roberts ha deciso di ritirarsi dal suo incarico di Presidente del business digitale della società negli Stati Uniti. Roberts rimarrà con Sportech fino alla fine del prossimo mese.

La sua dimissione arriva poco dopo che l’operatore di gioco d’azzardo ha attuato alcune modifiche nelle responsabilità della gestione della sua filiale nordamericana Racing and Digital. L’azienda si è recentemente ritirata dai suoi obblighi di fantasy sports quotidiano Draft Day. Nel nel 2015 Sportech ha acquistato una partecipazione del 35% nel Draft Day, una società di fantasy sports concentrata negli Stati Uniti.

Andrew Gaughan continuerà a dirigere Sportech Racing and Digital. Ted Taylor ora dirigerà le operazioni della società di gioco d’azzardo online in Connecticut. Prima della sua recente nomina, il signor Taylor è stato Direttore Generale di Sportech Venues in quello stesso stato.

Commentando sulla dimissione di Sig. Robert, l’Amministratore Delegato di Sportech Ian Penrose ha detto che è stato un membro importante del team aziendale esecutivo, in particolare durante le loro attività nel New Jersey nel 2015, che hanno avuto un notevole successo.

Della sua dimissione dal suo ruolo, il signor Roberts stesso ha detto di aver goduto il suo tempo con Sportech un bel po’ e che lui è orgoglioso di ciò che è stato realizzato durante il suo mandato in alcune importanti iniziative di gioco d’azzardo online.

Roberts ha assunto il ruolo di Presidente di Digital nell’estate del 2014. Prima della sua nomina a capo delle operazioni di gioco d’azzardo online di Sportech, era un amministratore non esecutivo indipendente presso la società di gioco d’azzardo. Roberts ritira anche da membro del Consiglio di Amministrazione di Sportech.

È stato recentemente annunciato che la società di gioco d’azzardo era stata pagata l’importo di £93 milioni relativi alla sua disputa legale con Her Majesty’s Revenue and Customs per quanto riguarda l’IVA dal gioco ‘Spot the Ball’. Sportech ha presentato la sua pretesa legale originale nel 2009. La società ha sostenuto che dovrebbe ricevere £40 milioni più gli interessi a titolo di compensazione per essere stato costretto a pagare l’IVA sul suddetto gioco nel periodo tra il 1979 e il 1996.

Sportech ha riscontrato alcuni alti e bassi nel corso degli ultimi sette anni, ma di recente il Court of Appeal si e pronunciato a suo favore. L’ultima sentenza può essere impugnata da HMRC in the Supreme Court.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit