I legislatori del Kentucky cercano di compiere piccoli ma precisi passi sulla legalizzazione delle scommesse sportive

Sono passati tre mesi da quando la Corte Suprema USA ha eliminato il divieto nazionale del 1992 sulle scommesse sportive. La storica decisione ha portato alla legalizzazione e al lancio di offerte di scommesse sportive in molti stati e dato il via a discussioni, sulla possibilità di un settore delle scommesse sportive regolamentato, in diversi altri stati.

Delaware, New Jersey e Mississippi sono stati i primi a partire con prodotti di scommesse, mentre la Virginia Occidentale e Rhode Island si stanno preparando per il lancio di tali offerte in un ambiente regolamentato. Un interesse per le scommesse sportive è stato rilevato anche in Pennsylvania, dove 2 dei 12 casinò dello stato hanno richiesto l’autorizzazione a offrire tali prodotti ai loro clienti. La legislazione delle scommesse sportive in Keystone State (soprannome della Pennsylvania) fa parte di un processo radicale di espansione del gioco d’azzardo, che vedrà anche la fornitura di servizi di gioco d’azzardo online ai residenti.

E mentre i suddetti stati hanno deciso di saltare subito sul carrozzone delle scommesse legali, dopo che l’annoso divieto è stato revocato, i legislatori del Kentucky hanno adottato un approccio più cauto.

Tre disegni di legge sulle scommesse sportive sono stati introdotti finora nel Parlamento dello stato, ma tutti e tre non passano ancora il voto in commissione. Si può affermare che il precedente Governatore del Kentucky e attuale Senatore Julian Carroll sta portando avanti l’iniziativa sulle scommesse sportive nel Bluegrass State (Kentucky o Stato dell’Erba Blu). Il legislatore ha proposto un disegno di legge sulla legalizzazione delle scommesse sportive, nello stato, a giugno.

Egli fa anche parte dei nove membri del gruppo di lavoro che è stato composto subito dopo la decisione della SCOTUS (Corte Suprema degli USA) e investito della responsabilità del compito di creare un fattibile sistema di regolamentazione delle scommesse sportive, che sarà discusso più ampiamente nel Parlamento dello stato, durante la prossima sessione legislativa. Detto questo, i kentuckiani dovranno chiaramente aspettare almeno fino al prossimo anno per essere in grado di scommettere sulle leghe professionistiche e dilettantistiche.

I nove membri del gruppo di lavoro, composto sia da Senatori che dai Rappresentanti della Camera e da membri di entrambe le parti, hanno avuto due incontri fino ad ora. Secondo quanto riportato da Sports Handle, il secondo incontro ha visto prendere due importanti decisioni – la tassazione delle operazioni regolamentate di scommesse sportive e un onere d’integrità per le leghe sportive professionistiche.

Tassa sulle entrate nette

In una e-mail a Sports Handle, il Sen. Carroll ha detto che il gruppo ha deciso la base fiscale per quando e se le scommesse sportive saranno legalizzate nello stato. Le scommesse verranno, quindi, tassate sulle entrate nette, ma l’aliquota non è ancora stata stabilita dai legislatori.

La decisione sulla tassazione rappresenta un’importante variante del disegno di legge del Sen. Carroll da giugno di quest’anno. I legislatori sono chiamati a deliberare sulla tassazione delle scommesse sportive. La struttura proposta si rifaceva a come venivano tassate le scommesse al totalizzatore, che sono diventate legali nel Kentucky da qualche tempo, come ha spiegato il legislatore in precedenti commenti sulla normativa.

Tuttavia, si può dire che le entrate nette siano globalmente riconosciute, per le società di scommesse che operano su mercati regolamentati, come la base più ragionevole. In altre parole, la decisione sulla tassazione delle scommesse sportive potrebbe aver influenzato l’attrattiva del Kentucky da parte di importanti società di scommesse sportive. E si crede che lo stato potrebbe essere davvero allettante per i giganti mondiali del gioco d’azzardo, avendo soprattutto in mente la sua ricca tradizione di corse di cavalli.

Niente onere d’integrità

Con le scommesse sportive in crescita in un una corrente ormai a livello nazionale, sempre più parti stanno prendendo consapevolezza che è attualmente in atto qualcosa che potrebbe portare il settore a guadagnare centinaia di miliardi di dollari. E sempre più parti vogliono una fetta di questa grande e appetitosa torta.

Le leghe sportive professionistiche USA sono diventate particolarmente attive riguardo il diritto di beneficiare della legalizzazione e regolamentazione delle scommesse sportive. Il Commissario NBA Adam Silver è stato tra i più accaniti sostenitori dell’idea che l’NFL, NHL, NBA e MLB meritino di ricevere una quota del profitto. Nei commenti di giugno, il sig. Silver ha detto che l’NBA, da sola, spenderà più di $7,5 miliardi nella preparazione della prossima stagione di basket. E dato il fatto che quel prodotto sarà utilizzato dai casinò, dalle sale di scommesse e altre strutture per generare profitti, ritengono di dover ricevere un onere d’integrità, così come i musicisti ricevono i diritti per la loro musica che viene suonata dappertutto.

Durante il loro ultimo incontro, i nove membri del gruppo di lavoro sulla legalizzazione delle scommesse sportive del Kentucky hanno deciso che la legge statale in materia non dovrebbe includere la distribuzione di un onere d’integrità alle leghe sportive professionistiche nazionali. È anche importante notare che sei stati, che finora hanno legalizzato le scommesse sportive, non hanno introdotto un onere d’integrità come parte dell’impegno normativo.

Qual è il prossimo impegno normativo per le scommesse sportive del Kentucky?

I nove legislatori impegnati nell’elaborazione della struttura normativa delle scommesse sportive nello stato hanno un po’ di lavoro da fare. Ad esempio, dovranno decidere dove saranno offerte le scommesse sportive e chi regolamenterà il settore.

Il Kentucky non ha casinò commerciali tipo Las Vegas. D’altra parte, lo stato è sede di nove ippodromi, incluso il famosissimo Churchill Downs, che annualmente ospita il Kentucky Derby. Secondo il disegno di legge del Sen. Carroll, le scommesse sportive saranno autorizzate nei vari locali di corse di cavalli.

Secondo un disegno di legge archiviato alla Camera dei Deputati, la lotteria di stato regolamenterà l’offerta delle scommesse sportive nel Kentucky e i prodotti delle scommesse sportive saranno offerti nelle ricevitorie al pubblico, oltre che presso i nove ippodromi.

La distribuzione delle entrate fiscali è un’altra importante questione su cui si dovrà deliberare. Il disegno di legge del Senato mira a ridurre un grosso ed importante deficit e si focalizza sui sistemi pensionistici statali a corto di soldi. È ancora da vedere se quella proposta porterà alla stesura finale della normativa sulle scommesse sportive del Kentucky.

Il Sen. Carroll ha detto, nella sua e-mail a Sports Handle, che il loro obiettivo più importante è di proteggere i cittadini del Kentucky, a dispetto della fonte di un guadagno potenzialmente ingente che si creerà con la legalizzazione e l’introduzione di un prodotto di scommesse sportive regolamentato.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit