Il giro di vite del Revenue irlandese sugli introiti delle macchine di gioco d’azzardo porta €1 milione di gettito fiscale aggiuntivo

Il giro di vite della Repubblica d’Irlanda sulle macchine di gioco d’azzardo non autorizzate ha portato un’ulteriore €1 milione in contributi fiscali, come ha fatto sapere il Revenue (l’agenzia delle entrate irlandese) commentando il progresso del progetto nazionale, volto a contrastare le operazioni di gioco d’azzardo illegale.

Il giornale locale The Journal riporta all’inizio settimana, citando dati ufficiali dall’agenzia fiscale governativa, che il numero delle macchine di gioco d’azzardo provviste di licenza è aumentato da 6.088 nel 2016 a 9.612 nel 2017. Il significativo incremento si evince anche dalle entrate fiscali di €2.7 milioni che sono state generate lo scorso anno, in aumento rispetto ai €1.8 milioni del 2016.

Il Revenue ha spiegato che l’incremento in entrate fiscali è seguito al lancio del progetto nazionale, inteso a monitorare se gli operatori di macchine di gioco d’azzardo si erano conformati alle normative, e al giro di vite su qualsiasi violazione. Interpellato sui progressi, un portavoce del Revenue ha detto al The Journal che sono stati eseguiti 300 interventi per non conformità dall’inizio del progetto. Questi hanno riguardato diverse forme di non conformità e hanno permesso all’agenzia governativa di riscuotere un ammontare aggiuntivo di €1.1 milioni.

Il portavoce del Revenue ha sottolineato, inoltre, che il progetto era ancora in corso, e che non era autorizzato a fornire maggiori dettagli in merito, ma che l’agenzia sembrerebbe rivolta a considerare ulteriori forme di non conformità sia nel settore del gioco d’azzardo che dell’intrattenimento.

Giro di vite sulle macchine di gioco d’azzardo

Da notizie uscite nel tardo mese scorso, il Revenue ha inviato lettere esecutive ad un certo numero di sale giochi della capitale Dublino, a seguito di un’inchiesta del The Times, che ha rivelato che delle strutture hanno utilizzato macchine di gioco d’azzardo nonostante il divieto di lunga data in tutta la città relativo a dispositivi di questo tipo. A tali strutture sono stati dati 21 giorni per rimuovere le macchine o affrontare il sequestro e le sanzioni.

Alle sale giochi di Dublino è permesso l’uso di macchine da gioco arcade che premiano i giocatori con niente altro che l’opportunità di giocare di nuovo o con ricompense non monetarie, il cui valore non ecceda €7. L’utilizzo delle macchine arcade/intrattenimento richiede autorizzazioni dagli organi regolatori competenti. D’altra parte, nell’ambito di una riforma del 1988, l’uso di macchine di gioco d’azzardo in denaro reale è severamente vietato entro i confini cittadini.

Peraltro, il The Times ha scoperto che un certo numero di sale giochi, in tutta la città, hanno usato le loro autorizzazioni per macchine da intrattenimento per gestire macchine di gioco d’azzardo, in violazione al divieto di vecchia data. Come detto sopra, a queste strutture sono state emesse lettere esecutive e dovranno rimuovere le loro macchine di gioco d’azzardo o affrontare il loro sequestro e le ulteriori conseguenze. Nelle macchine delle sale giochi sono state trovate offerte di giochi in stile casinò, inclusi video poker, roulette e blackjack, permettendo ai giocatori di scommettere fino a €2.500 e di vincere premi in denaro di differente entità.

Commentando le azioni del Revenue, l’Irish Amusement Trades Association ha comunicato che sta considerando azioni legali contro il fisco, le cui recenti azioni violano i principi dell’Unione Europea, riguardo la fornitura di servizi di gioco d’azzardo negli stati membri.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit