La spesa su casinò e poker a torneo online cresce a giugno

Mentre uno dei principali argomenti discussi sui media recentemente è il Decreto Dignità e il divieto di pubblicità di giochi d’azzardo, anche su Internet, sono emersi i dati relativi alla performance degli operatori di casinò e poker online italiani nel mese di giugno. Esaminando l’andamento del settore, ci si potrebbe rendere conto di quanto sviluppato è effettivamente il gioco online e quale contributo ha nei confronti dei singoli concessionari.

In generale, secondo quanto riporta AGIMEG, risulta che il sesto mese dell’anno sia stato un altro periodo di crescita per il mercato del casinò e del poker online, anche se è stato osservato un calo della spesa per quanto riguarda il segmento del poker cash. Qui di seguito ulteriori informazioni a questo proposito.

Casinò online

La raccolta del settore del casinò online nel mese di giugno è stata pari a 1,55 miliardi di euro. La spesa, cioè l’importo generato dalle giocate meno la somma delle vincite, ha raggiunto ben 55,5 milioni di euro, in crescita del 29,7% rispetto ai 42,7 milioni di euro registrati nel giugno del 2017. L’agenzia giornalistica riporta inoltre che la spesa nel settore nei primi sei mesi del 2018 è stata pari a 346,1 milioni di euro.

Il principale operatore di poker online, PokerStars, si è affermato anche come leader nel settore del casinò online in Italia. La società canadese ha conquistato una quota di mercato pari al 9,57%. Suo primo seguace è Sisal con l’8,11%, seguito da Lottomatica con il 7,90%. Eurobet è quarto con il 6,77%. Qui di seguito il top 10 degli operatori di casinò online e le loro quote di mercato:

1. PokerStars – 9,57%
2. Sisal – 8,11%
3. Lottomatica – 7,90%
4. Eurobet – 6,77%
5. Greentube – 6,67%
6. 888Casino – 5,94%
7. bwin – 5,82%
8. SNAITECH – 5,75%
9. William Hill – 4,39%
10. SKS365 – 3,87%

Poker a torneo

A giugno il segmento del poker a torneo ha registrato un aumento del 2,6% su base annua per quanto riguarda la spesa, che ha toccato 6,1 milioni di euro. La raccolta da tornei di poker è stata pari a 70,6 milioni di euro. AGIMEG riporta inoltre che nei primi sei mesi del 2018, il segmento del poker a torneo ha generato una spesa di 43,4 milioni di euro.

Il leader assoluto nel settore del poker online continua ad essere PokerStars. La poker room della picca rossa ha registrato una quota del 63,37%. Questo risultato, comunque, evidenzia un calo del 2% rispetto al mese precedente. Sul secondo gradino del podio troviamo di nuovo Sisal con il 6,91%, mentre SNAITECH è terzo con il 6%. Lottomatica è rimasta fuori dal top 3 con una quota di mercato pari al 5,76%. Qui di seguito il top 10 degli operatori di poker online in modalità torneo:

1. PokerStars – 63,37%
2. Sisal – 6,91%
3. SNAITECH – 6,00%
4. Lottomatica – 5,76%
5. Eurobet – 3,81%
6. BGame – 1,41%
7. Betpoint – 1,12%
8. Vincutù – 1,02%
9. Betaland – 1,00%
10 bwin – 0,99%

Poker cash

Come menzionato sopra, a giugno nel segmento del poker cash è stato registrato un calo della spesa. Lo scorso mese questa modalità del gioco ha generato una spesa di 4,8 milioni di euro, il 5,3% in meno rispetto al mese di giugno del 2017. La raccolta ha toccato 172,2 milioni di euro. In aggiunta nel primo semestre del 2018, la spesa su poker cash è arrivata a 34,6 milioni di euro.

PokerStars è in testa della classifica dei principali operatori di poker cash online con una quota di mercato del 39,42%. A una grande distanza segue Lottomatica, che è in seconda posizione con il 7,30%. Sisal ha chiuso giugno con una quota di mercato del 7,05%. Ecco il top 10 degli operatori e le loro quote di mercato:

1. PokerStars – 39,42%
2. Lottomatica – 7,30%
3. Sisal – 7,05%
4. SKS365- 6,42%
5. 888Poker – 3,24%
6. Eurobet – 3,04%
7. Microgame – 2,94%
8. Multigioco – 2,74%
9. Betaland – 2,72%
10. bwin – 2,42%

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit