Il Consiglio di Stato si esprime sulla procedura di selezione per l’affidamento della concessione per la fornitura di SuperEnalotto

Lo scorso novembre il bando di gara SuperEnalotto è stato inviato al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Attraverso una procedura di selezione si doveva scegliere un’azienda qualificata a cui sarà affidata la concessione di eervizio di giochi numerici a totalizzatore nazionale. Ieri AGIMEG ha riportato che, su richiesta dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il Consiglio di Stato ha espresso il suo parere sulla suddetta procedura. L’attuale concessione, il cui titolare è Sisal, scade il 26 giugno 2018.

La selezione dovrebbe essere aperta e competitiva e deve rispettare i principi e le regole europee. Inoltre, deve basarsi sul criterio dell’offerta più vantaggiosa economicamente. La base d’asta dovrebbe essere di 100 milioni di euro, il 50% dei quali dovrebbero essere versati all’atto di aggiudicazione e il restante 50% al momento dell’effettiva assunzione del servizio.

La concessione avrà una durata di 9 anni e non sarà rinnovabile. Al bando potranno partecipare imprese qualificate che dovrebbero rispettare certi requisiti tecnici e economici. Il sede legale delle imprese dovrebbe essere ubicato negli Stati dello Spazio economico europeo. In aggiunta, il concessionario dovrebbe avere la possibilità di usare la rete di telecomunicazioni per prestazioni di servizi di gioco, attraverso l’autorizzazione di ADM.

Per quanto riguarda la monoconcessione, il Consiglio di Stato ha ritenuto che ‘essa è senz’altro consentita‘. Secondo quanto stabilito dal diritto dell’Unione Europea, è previsto il modello di concessionario monoproviding esclusivo per quanto riguarda i servizi di gioco del Lotto.

Nello schema di convenzione sono stabiliti gli impegni del concessionario nei termini della gestione del servizio dei giochi per garantire la regolare raccolta attraverso la rete fisica e a distanza secondo quanto previsto dal capitolato tecnico. Saranno applicati penali in caso di sospensione non autorizzata della raccolta o del mancato rispetto di impegni assunti in sede di gara. Il concessionario è anche tenuto a aggiornare il sistema della rete telematica.

L’offerta di SuperEnalotto da Sisal

Il gioco SuperEnalotto è presente sul mercato italiano da circa due decenni e ha distribuito miliardi di euro di vincite. È uno dei più popolari giochi nel nostro paese. All’inizio del 2016, Sisal ha lanciato una nuova formula del gioco, conservando le sue caratteristiche tradizionale e introducendo certe innovazioni per renderlo più attrattivo.

Sisal è uno dei principali operatori di gioco d’azzardo che offre anche servizi di pagamento. La sua rete include circa 45.000 punti di vendita, che includono edicole, bar, tabacchi, centri scommesse e corner, così come una piattaforma di gioco online. Il business del gruppo è suddiviso in quattro principali divisioni; attività retail, lotterie, gioco online e pagamenti. Il segmento delle lotterie opera grazie alla suddetta concessione di esercizio di giochi numerici a totalizzatore nazionale. Inoltre, l’operatore ha diversificato la sua offerta con i giochi WinForLife! e EuroJackpot.

Secondo quanto riportato da Sisal nella sua ultima relazione per il primo trimestre del 2018, i ricavi da giochi numerici a totalizzatore nazionale sono stati pari a 15,5 milioni di euro, in aumento del 32,3% rispetto ai 11,7 milioni registrati nello stesso periodo del 2017. La crescita è stata attribuita sopratutto alla buona prestazione del SuperEnalotto che ha offerto un jackpot più grande.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit