Bet365 nega le voci sul trasferimento a Malta, conferma l’espansione nell’isola

Il colosso del gioco d’azzardo britannico bet365 ha smentito i piani di trasferire le sue attività da Gibilterra a Malta dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea a seguito di una tale pubblicazione su The Sunday Times di Malta.

Attualmente, bet365 è uno dei maggiori operatori di scommesse e giochi online del mondo. La società ha generato 2,28 miliardi di sterline di ricavi e un utile operativo di 504 milioni di sterline nei 12 mesi chiusi al 26 marzo 2017. Ha oltre 23 milioni di clienti in tutto il mondo.

Secondo le fonti anonime citate da The Sunday Times of Malta, bet365 intende trasferire a Malta circa 1.000 dei suoi dipendenti che attualmente lavorano a Gibilterra. Il notiziario ha inoltre rivelato che l’operatore aveva già siglato una promessa di contratto di vendita per l’acquisto di una parte di un nuovo progetto immobiliare nella penisola di Tigné a Sliema, dove si ritiene che avrebbe basato il suo nuovo ufficio.

L’accordo dovrebbe entrare in vigore una volta che la Gran Bretagna avrà completato l’uscita dall’Unione Europea il 29 marzo 2019.

Bet365 è già titolare di una concessione di scommesse a distanza dalla Malta Gaming Authority attraverso la sua società operativa Hillside (New Media Malta) plc (registrata nel 2014). La società ha acquisito la concessione nel 2015, citando a quel tempo “sviluppi normativi” in una serie di “territori operativi”.

The Sunday Times of Malta ha riportato che bet365 aveva registrato una seconda azienda a Malta dopo il voto sul Brexit nel giugno del 2016. È stato inoltre reso noto che l’operatore aveva registrato una terza società nell’aprile del 2018, Hillside (Shared Services Malta) Ltd. in quanto aveva finalizzato i suoi progetti di trasferire le sue attività e personale di Gibilterra nella nazione insulare del Mediterraneo che si è affermata come uno dei più grandi centri di gioco online nel mondo.

In una dichiarazione in seguito alla pubblicazione dell’articolo di The Sunday Times of Malta, bet365 ha dichiarato che resterà in Gibilterra dopo il Brexit e che anche se intendeva aprire un nuovo ufficio a Malta e aumentare la sua presenza nella nazione insulare, l’informazione di un trasferimento di 1.000 impiegati di Gibilterra era una semplice “speculazione” e che i numeri citati erano “assolutamente imprecisi”.

Preoccupazioni e altre smentite

La stessa Gibilterra è stata la casa di alcuni dei principali operatori del gioco d’azzardo online, compreso bet365. Poiché il destino del Territorio britannico d’oltremare dopo il Brexit è ancora poco chiaro, crescono le preoccupazioni che le aziende possano trasferirsi in altri centri di gioco d’azzardo. Eventuali partenze di questo tipo avrebbero un notevole impatto sull’economia di Gibilterra, in quanto il paese dipende fortemente dalla sua industria di gioco d’azzardo.

Commentando le voci sulla partenza di bet365 dalla Gibilterra, il ministro del gioco d’azzardo del territorio, Albert Isola, ha detto in una dichiarazione di domenica che erano convinti che i negoziati sul Brexit in corso avrebbero comportato un esito positivo per le società di gioco basate a Gibilterra.

Signor Isola ha inoltre sottolineato che bet365 aveva precedentemente confermato il suo impegno a rimanere a Gibilterra e che la società non se ne sarebbe andata “neanche con la più sfrenata fantasia“. Il ministro del gioco d’azzardo ritiene che Gibilterra rimarrà comunque una destinazione preferita per le principali società di gioco d’azzardo nonostante il Brexit.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit