William Hill riporta una crescita dei ricavi netti del 3% nelle prime 17 settimane del 2018

Il principale bookmaker britannico, operante anche in Italia, William Hill PLC ha pubblicato ieri un aggiornamento sull’andamento della società per le 17 settimane chiuse al 24 aprile 2018. Durante il periodo in esame, l’operatore ha registrato una crescita dei ricavi netti del 3%, con una forte performance del segmento online e della divisione statunitense.

Secondo quanto riportato dall’amministratore delegato Philip Bowcock, il bookmaker ha avuto un forte inizio del 2018. Durante il periodo in esame, William Hill ha fatto ulteriori progressi nell’ampliamento della propria quota di mercato nel Regno Unito, nella realizzazione di ricavi internazionali e di progetti di trasformazione.

Come menzionato sopra, le prime 17 settimane dell’anno sono state contrassegnate dalla forte crescita negli Stati Uniti e dello slancio continuo del segmento online che hanno contribuito all’andamento positivo del gruppo.

I ricavi netti della divisione online di William Hill sono cresciuti del 12% durante il periodo in esame. All’inizio dell’anno ci sono stati risultati forti del calcio e delle corse da cavalli e andamento soddisfacente al festival di Cheltenham e al Grand National. Ciò ha comportato un aumento dei ricavi dallo sportsbook del 17% su base annua, con una margine delle vincite lorde dell’8,8%. Inoltre, i ricavi netti dai giochi sono incrementati dell’8%, grazie al rialzo del numero dei clienti attivi e del livello migliorato di cross-sell.

In vista dell’imminente Campionato di calcio mondiale, la società ha deciso di rafforzare ulteriormente la sua app di scommesse sportive in termini di velocità di caricamento, la navigazione di giochi, il cross-selling e le promozioni. In aggiunta, nel mese di aprile William Hill ha trasferito il suo team da Tel Aviv in altre sedi a Gibilterra, Cracovia, Leeds e Londra per aumentare l’efficienza del suo personale.

Altri importanti fattori per la performance di William Hill

Nonostante la buona performance della divisione online, le attività retail del gruppo hanno registrato un calo del 4% su base annua. I ricavi netti dalle scommesse sportive di William Hill sono diminuiti del 9%. La raccolta delle agenzie di scommesse ha subito una flessione del 13% e il margine delle vincite nette del 18,8% è stato piuttosto alto. Per quanto riguarda i giochi, i ricavi netti da questi sono rimasti invariati, mentre la quota dei contenuti B3 sono aumentati dal 35% al 37%.

Durante il periodo in esame, l’operatore ha espanso la sua offerta sui terminali di scommesse self-service (SSBT), i cui volumi hanno rappresentato il 14% della raccolta dalle scommesse sportive retail.

Le attività statunitensi di William Hill hanno osservato una crescita della raccolta del 17% e del 31% in valuta locale. I ricavi netti nel mercato americano sono balzati del 45% (+62% in valuta locale) con un margine di vincite del 7,7%. La raccolta da dispositivi mobile è incrementata del 39% e ha rappresentato il 64% delle giocate complessive effettuate durante il periodo in esame.

Durante le 17 settimane in esame, il bookmaker britannico ha completato un importante accordo di compravendita. Verso la fine di aprile, è stato annunciato che The Stars Group aveva acquisito le attività australiane di William Hill. Il gruppo si è assicurato una quota del 18% in CrownBet Holdings Pty che ha acquisito William Hill Australia per il valore netto di 313,7 milioni di dollari australiani.

Secondo signor Bowcock, la vendita del business australiano dell’operatore ha ulteriormente rafforzato il suo bilancio. Intanto il bookmaker sta attendendo l’esito della Revisione triennale nel Regno Unito e la decisione della Corte Suprema sulla legislazione sulle scommesse sportive statunitense.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit