Le ultime misure in materia di contrasto alla criminalità nel settore del gioco di Malta

La Malta è da tempo una delle destinazioni preferite per le società di gioco d’azzardo in quanto il paese presenta un’ambiente favorevole e flessibile per quanto riguarda le esigenze dei rappresentanti del settore. Il gioco d’azzardo, e l’iGaming in particolare, presenta un importante segmento dell’economia nazionale e dello sviluppo del paese in generale. Continuare ad essere una giurisdizione attrattive per gli operatori è fondamentale per il paese.

Negli ultimi mesi l’isola si è avvicinata sempre di più all’introduzione di una nuova normativa sul gioco d’azzardo in un documento unitario, il cosiddetto Gaming Act, che punta ad abrogare la legislazione esistente. Lo scorso mese la Malta Gaming Authority ha presentato per la prima lettura la proposta normativa insieme a una legislazione sussidiaria che tratta gli orientamenti principali della regolamentazione e contiene una serie di linee guida tecniche.

Secondo il Segretario parlamentare per i servizi finanziari, on. Silvio Schembri, la nuova normativa sarà importante per la semplificazione e la governance di tutti i servizi di gioco e per garantire che il settore continuerà ad essere gestito in modo responsabile e libero da attività criminali. Inoltre, secondo il deputato del partito laburista, la nuova legge comporterà una crescita del 4% dell’industria.

Che cosa cambierà con la nuova normativa? In primo luogo sarà introdotto il nuovo sistema di concessioni che prevede solo due tipi di licenze, cioè Business-to-Consumer (B2C) e Business-to-Business (B2B). I concessionari B2B saranno esenti dall’imposta sui giochi, così sarà aumentata la competitività di Malta come un centro per i fornitori di gioco.

Un altro aspetto importante della nuova normativa è il fatto che le funzioni della Malta Gaming Authority saranno ampliate in termini di compliance e supervisione. Il ruolo dell’Autorità sarà sempre più rilevante per quanto riguarda la lotta con la manipolazione di eventi sportivi, tra le altre cose.

Il contrasto alle attività criminali nell’isola

Lo scorso luglio la Malta Gaming Authority e l’unità di analisi dell’informazione finanziaria di Malta FIAU (Financial Intelligence Analysis Unit) hanno pubblicato un documento consultivo sull’applicazione dei riquisiti relativi al contrasto al finanziamento del terrorismo e al riciclaggio che i concessionari devono rispettare. Il principale obiettivo del documento è stato quello di fornire una spiegazione generale dei principali obblighi delle società di gioco a questo proposito.

Dopo aver ricevuto un riscontro dai concessionari la MGA e la FIAU hanno reso pubblico il secondo documento consultivo all’inizio di febbraio che sarà valido per gli operatori che offrono servizi di scommesse con poste di valore monetario, compresi i giochi di abilità a distanza. Il documento revisionato delinea in modo più chiaro i requisiti che i concessionari dovranno rispettare, tuttavia, copre solo gli obblighi che meritano un’interpretazione specifica.

Un altro importante passo per il contrasto alla criminalità relativa al gioco d’azzardo è l’istituzione della nuova unità antiriciclaggio. A febbraio, con una nota, la MGA ha informato i suoi concessionari per la creazione della nuova divisione a seguito di varie consultazioni con la FIAU e della trasposizione della 4° direttiva antiriciclaggio in una legge.

È stato inoltre elaborato un piano di vigilanza sull’applicazione dei requisiti che gli operatori devono rispettare nei confronti delle misure antiriciclaggio. Il piano per l’anno in corso prevede le visite in loco agli operatori di gioco fisici e a quegli online. Alcuni degli esami saranno condotti insieme alla FIAU.

Le conseguenze dalle operazioni della polizia italiana

L’introduzione della nuova normativa sul gioco di Malta e delle altre misure contro il ricilaggio è stata accolta bene, anche se secondo alcuni analisti del settore è arrivata in ritardo. In gran parte le misure sono state spinte dalle recenti operazioni condotte dalla polizia italiana ‘Game Over‘ e ‘Doppio Jack nell’ambito delle quali sono stati arrestati personaggi legati alla mafia.

Le due operazioni hanno sollevato molte questioni relative all’affidabilità di Malta come una destinazione di gioco equa e sicura. Un fatto interessante è che dopo diversi attacchi dei media a seguito delle azioni della polizia italiana, recentemente è stato annunciato che Joseph Cuschieri intendeva lasciare il suo incarico di Presidente della MGA per diventare Amministratore Delegato dell’Autorità per i servizi finanziari dell’isola.

È stato inoltre annunciato che l’autorità maltese aveva avviato una propria indagine sulle società con licenza maltese che svolgono attività illegali in Italia. Più tardi a marzo è stato comunicato che almeno 5 imprese italiane hanno lasciato l’isola, dopo aver rinunciato alle proprie concessioni a seguite delle indagini sui presunti legami con la mafia.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit