Entro venerdì pubblicano il bando di gara per le nuove concessioni di gioco d’azzardo in Gazzetta Europea

È stato comunicato da alcuni media italiani che oggi o al massimo entro la fine della settimana lavorativa il bando di gara per le nuove concessioni di gioco d’azzardo verrà pubblicato in Gazzetta Europea. Si tratta della procedura prevista dalla legge di Stabilità 2016 che prevede il rilascio di 120 licenze di gioco e che porterà allo Stato 24 milioni di euro. L’asta sosterrà l’arrivo di nuovi operatori sul mercato di gioco italiano.

Come si apprende da Agipronews, il bando di gara per le 120 concessioni sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Europea nel corso della settimana. La procedura conterrà i requisiti introdotti con la legge comunitaria del 2009. Si tratta della stessa normativa che ha riformato il settore del gioco d’azzardo online, che è stata elaborata e approvata in accordo con la Commissione Europea. Ciò garantirà una sostanziale uguaglianza delle condizioni di esercizio tra i due gruppi di operatori sul mercato.

Il rilascio delle 120 concessioni di gioco online è un tema che si è discusso da tempo, poiché l’iniziativa è stata a lungo in sospensione per diversi motivi. Secondo le voci diffuse lo scorso anno, il bando di gara doveva essere lanciato entro il 25 settembre 2017, tuttavia ciò non è successo.

Grazie al provvedimento saranno rinnovate le concessioni esistenti di 40 operatori e allo stesso tempo sarà sostenuto l’arrivo di nuovi operatori di casinò, poker, bingo e scommesse online che vorrebbero svolgere le sue attività in Italia. Secondo Daria Petralia, responsabile del gioco a distanza dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Area Monopoli, l’asta garantirà le stesse opportunità anche agli operatori che non sono attualmente presenti nel mercato locale.

Le concessioni costeranno agli operatori 200.000€ e saranno valide fino al 31 dicembre 2022. Vale a dire che grazie al rilascio delle nuove licenze di gioco, lo Stato assicurerà 24 milioni di euro al bilancio.

L’importanza del bando di gara per il settore del poker online

La mossa si presenta come un importante passo verso la realizzazione del progetto della Liquidità condivisa del poker online. Si tratta di un piano sottoscritto il 6 luglio 2017 dagli enti di regolamentazione del gioco d’azzardo di Francia, Spagna, Portogallo e Italia.

Si tratta di quattro giurisdizioni il cui mercato di poker online è regolamentato e limitato, cioè i giocatori possono contendersi solo contro altri giocatori provenienti dallo stesso paese.

Grazie al progetto si mira a rivitalizzare il settore del poker online, che negli ultimi anni mostra un costante calo in termini di ricavi e entrate erariali. Allo stesso tempo i giocatori saranno incentivati a giocare dalle proprie giurisdizioni, in quanto molti di loro si sono recati verso altri paesi dove è consentito il gioco sulle piattaforme .com.

Secondo le ultime notizie a proposito, il progetto sarà prima lanciato in Spagna e in Francia e in una fase successiva si uniranno anche l’Italia e il Portogallo. Come una delle possibili ragioni per il ritardo dell’avvio della liquidità condivisa del poker online in Italia è stato indicato proprio il rinvio del bando di gara per le nuove concessioni.

Si ritiene che il primo operatore di gioco d’azzardo che parteciperà al progetto della liquidità condivisa sarà PokerStars, in quanto detiene concessioni in tutte e quattro le giurisdizioni. Come menzionato sopra, il rilascio delle nuove licenze aprirà il mercato italiano per nuovi operatori di poker online e quindi senza dubbio appariranno altri concorrenti interessati a offrire i suoi servizi nelle quattro giurisdizioni, rendendo il mercato più competitivo.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedInShare on Reddit