Gli italiani spendono in media 1 euro al giorno in giochi d’azzardo

Nei primi sei mesi del 2017 gli italiani hanno speso 9,3 miliardi di euro nei giochi, è quanto emerge nelle recenti pubblicazioni di Agimeg. Secondo i dati elaborati e riportati dall’agenzia, la spesa complessiva va ripartita come segue: 5 miliardi di euro all’Erario e 4,3 miliardi di euro alla filiera. Vale a dire che, l’indicdnza dell’erario sul totale della spesa nel settore è superiore al 54%.

Secondo quanto si legge sul portale, durante il periodo in esame, ognuno dei 50 milioni italiani maggiorenni ha speso in media 1 euro al giorno in giochi come Lotto, Lotterie, SuperEnalotto, apparecchi da gioco, scommesse o bingo.

La spesa dei giocatori nei comuni e nelle regioni italiane

Sono stati forniti i dati anche per quanto riguarda la spesa nei giochi d’azzardo nei diversi comuni e regioni italiane. La Lombardia e il Piemonte dominano classifica con 8 comuni italiane nel top 10 per quanto riguarda la spesa pro capite in questo tipo di giochi nei primi sei mesi del 2017. Va precisato che i dati non includono le giocate online e sono stai in gran parte influenzati dalla forte spesa sulle newslot e le VLT nelle rispettive comuni.

In vetta alla classifica troviamo Caresanablot (VC) con una spesa di 1.871€ pro capite, seguita da Forcola (SO) con 1.479€. In terza posizione è Andalo Caltellino (SO) con 1.446€ pro capite.

Inoltre, per quanto riguarda i comuni italiani che hanno generato la spesa più alta durante il periodo in esame, al primo posto è Roma con 431,84 milioni di euro. Milano è in seconda posizione con una spesa di 252,39 milioni di euro. Segue Torino con 145,03 milioni di euro. Nel top 10 troviamo anche Napoli (126,09 milioni), Palermo (76,04 milioni), Bologna (69,19 milioni), Prato (54 milioni), Firenze (51,62 milioni) e Venezia (43,93 milioni).

Ancora una volta si percisa che si tratta di dati relativi alla rete fisica, in quanto le giocate online non si possono distribuire territorialmente.

La Lombardia è in prima posizione a livello regionale in termini di spesa nei giochi effettuati nella rete fisica con 1,69 miliardi di euro. Secondo tra tutte le 20 regioni italiane è Lazio con un risultato molto inferiore, pari a 924 milioni di euro. La Campania è terza con 891,2 milioni di euro. L’Emilia Romagna (708 milioni) e il Veneto (607,6 milioni) completano il top 5.

Seguono il Piemonte (600 milioni), la Sicilia (562,5 milioni), la Toscana (537,5 milioni) e la Calabria (229,5 milioni). In fondo alla classifica è la Valle d’Auosta con 16,1 milioni di euro.

La spesa dei giocatori per categoria di gioco

Tra le altre informazioni utili per creare un panorama del settore del gioco fisico italiano, Agimeg ha fornito anche la della spesa degli italiani per categoria di gioco. Secondo quanto si legge nella tabella fornita dal portale, il segmento delle newslot e delle VLT ha generato circa 5,3 miliardi di euro di spesa e ha contribuito all’Erario 2,95 miliardi di euro.

Un’altra quota anche per i giochi del Lotto e 10eLotto che hanno generato 1,22 miliardi di spesa e 659,4 milioni di erario. Le lotterie sono in terza posizione con una spesa di circa 1,22 miliardi di euro e 678,4 milioni di erario.

Seguono le scommesse sportive con una spesa di 299,32 milioni di euro, i giochi numerici a totalizzatore (295,01 milioni), il bingo (214,59 milioni), le scommesse virtuali (112,85 milioni) e le scommesse ippiche (71,71 milioni).

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit