Malta Gaming Authority si oppone a due pubblicazioni di Times of Malta

La Malta Gaming Authority si è opposta a due articoli pubblicate da Times of Malta, il primo legato alle intenzioni della mafia italiana di infiltrarsi nelle società di gioco d’azzardo locali e nel secondo si parla dell’ex amministratore delegato di Allied Newspapers Adrian Hillman che ha ricevuto un incarico di consulenza governativa presso l’Autorità. Quest’ultimo sta affrontando diverse inchieste magistrali su presunte attività di riciclaggio di denaro tra lui e il capo dello staff del primo ministro, Keith Schembri.

Nel suo articolo del 15 dicembre 2017, il media maltese ha detto che a seguito di un’indagine anti-mafia a Palermo sono stati scoperti i “piani avanzati” dei clan mafiosi di trasferire le loro attività clandestine attraverso società di gioco online a Malta.

All’inizio di dicembre, a seguito di una serie di irruzioni della polizia a Palermo, sono stati arrestati circa 25 mafiosi in relazione a un’indagine sull’infiltrazione della mafia alle corse di cavalli presso l’ippodromo Favorita.

Times of Malta ha citato il procuratore aggiunto di Palermo, Salvatore de Luca, secondo cui i boss dai clan da Resuttana-San Lorenzo, che stava controllando le corse da cavalli e i loro esiti, stavano progettando di trasferire le loro attività illegali a Malta, perché stava diventando più rischioso continuare con le loro attività illegali basate sull’estorsione.

Secondo fonti vicine alla polizia citate dal media, il piano, che non è stato mai eseguito, era quello di trovare investitori nel settore dei giochi online sull’isola che potevano prendere il controllo sulle attività palermitani dei clan, compreso l’ippodromo.

Nel suo articolo, Times of Malta ricorda anche il caso con i dirigenti di Medialive Limited che sono stati arrestati a seguito dell’operazione Doppio Jack nel mese di novembre. Inoltre, il portale ribadisce un altro caso in cui il settore del gioco d’azzardo maltese è stato coinvolto in un’indagine italiana, cioè il caso con la ‘Ndrangheta che nel 2013 è stata accusata nel riciclaggio di denaro attraverso diverse società di gioco in Italia, Malta e altri paesi.

In risposta, la Malta Gaming Authority ha dichiarato che dall’articolo uno può solo concludere che lo stesso punta unicamente a danneggiare la reputazione di Malta come giurisdizione di gioco d’azzardo. Secondo la MGA, se tali presunti piani di trasferimento delle attività clandestine a Malta fossero veri, avrebbero probabilmente fallito dal momento che le rigorose procedure di dovuta diligenza, i controlli sull’integrità, le indagini e le attività di raccolta di informazioni dei nuovi concessionari, ma anche i processi di supervisione in corso sono di alto livello e avrebbero immediatamente contrassegnato in rosso qualsiasi tale tentativo.

Il caso con Adrian Hillman

Come menzionato sopra, nel secondo articolo, quello del 24 dicembre 2017, Times of Marlta ha dichiarato che Adrian Hillman, ex amministratore delegato di Allied Newspapers, ha ricevuto un incarico di consulenza governativa presso MGA due settimane dopo il ritorno al potere del partito laburista lo scorso giugno.

Secondo quanto riporta il media, Hillman che sta affrontando diverse inchieste magistrali su presunte tangenti e attività di riciclaggio di denaro tra lui e Keith Schembri, capo dello staff del primo ministro di Malta, ha siglato un contratto di ordine diretto da 48.000€ annuali con il presidente esecutivo della MGA Joseph Cuschieri. Secondo la Gazzetta del governo, Hillman deve dare consigli sulle relazioni pubbliche strategiche e comunicazioni.

Secondo i fonti del giornale i questione, Hillman è stato visto nell’ufficio di Cuschieri pochi giorni dopo il successo dei laburisti alle elezioni, alimentando così le speculazioni che stava per ricevere un incarico dalla MGA. Un portavoce di signor Cuschieri ha ufficialmente dichiarato il 21 giugno che ciò non corrisponde alla verità e che signor Hillman non stava svolgendo alcun lavoro o consulenza presso l’Autorità.

Times of Malta ha inoltre concluso che al momento della smentita ufficiale della MGA, Hillman aveva già cominciato a lavorare per il regolatore. Dopo le elezioni, la Malta Gaming Authority ha iniziato a formare una parte del portafoglio ministeriale dell’Ufficio del Primo Ministro (OPM).

Questa è stata la seconda nomina di Hillman che era stato nominato membro del Cda dell’università americana di Malta. Anche questa nomina è stata fatta su raccomandazione degli alti funzionari presso l’OPM.

Nel suo comunicato stampa di ieri, 3 gennaio 2018, la Malta Gaming Authority dichiera che, l’articolo in questione contiene falsità e inesattezze fattuali. In primo luogo, va precisato che Hillman è stato assunto dalla MGA con effetto dal 3 luglio 2017.

Il suo contratto è stato firmato il 28 giugno 2017 dopo che tutte le pertinenti approvazioni sono state ricevute in linea con le procedure di appalto pubblico. Dunque, la MGA aveva ragione nel dichiarare il 21 giugno 2017 che il signor Hillman non stava svolgendo attività di consulenza per la MGA.

In aggiunta, l’autorità ha dichiarato di non aver ricevuto alcuna istruzione dall’OPM per assumere Hillman e qualsiasi suggerimento in tal senso è speculativo e totalmente falso. Secondo quanto riportato, tutte la assunzioni di consulenza dell’Autorità, compresa quella di Hillman, si basano sulle esigenze operative, sui progetti in corso, sugli obiettivi strategici e la selezione si basa sulle competenze degli individui o delle imprese interessate.

Ultimo ma non meno importante, secondo MGA, Hillman è stato indagato da The Times of Malta attraverso una commissione d’inchiesta e non è stata trovata nessuna irregolarità, quindi Times di Malta ha raggiunto una soluzione amichevole alla controversia.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedInShare on Reddit