Il bando di gara SuperEnalotto con base d’asta di 100 milioni di euro inviato al MEF

Secondo quanto apprendiamo da AGIMEG, al Ministero dell’Economia e delle Finanze è stato già inviato il bando di gara SuperEnalotto. Grazie alla procedura di selezione, dovrebbe essere scelta un’impresa qualificata con precedente esperienza nella gestione o la raccolta di gioco, alla quale verrà affidata la concessione di esercizio e sviluppo di giochi numerici a totalizzatore nazionale.

Se l’impresa non ha precedente esperienza nella gestione di giochi, dovrebbe avere la minima capacità tecnica e infrastrutturale richiesta dalle specifiche tecniche. L’azienda, che sarà scelta da una procedura di selezione aperta, dovrebbe essere munita di requisiti tecnici ed economici adeguati. Inoltre, la sede legale della società dovrebbe essere ubicata nello Spazio economico europeo.

La durata della concessione è di nove anni e non è rinnovabile. Sarà scelta l’offerta economicamente più vantaggiosa, con la base d’asta di 100 milioni di euro. Il prezzo indicato nell’offerta dovrebbe essere versato nella misura del 50% all’atto dell’aggiudicazione e il restante 50% dovrebbe essere pagato all’atto dell’effettiva assunzione del servizio.

Tra le condizioni della procedura c’è anche l’aggio del 5% della raccolta con offerta al ribasso per il concessionario, così come l’obbligo di fare un aggiornamento del sistema della rete e dei terminali di gioco sulla base dei standard di qualità che garantiscono la massima affidabilità e sicurezza.

La diffusione del SuperEnalotto sul mercato italiano

SuperEnalotto è presente nel nostro paese da quasi due decenni e ha generato miliardi di euro di vincite. Il gioco si è affermato come uno dei più popolari in Italia. Il suo attuale concessionario, Sisal ha annunciato all’inizio del 2016 il lancio di una formula rinnovata del gioco. Sono state conservate le caratteristiche tradizionali e sono state introdotte alcune innovazioni, rendendolo più attrattivo per gli scommettitori, quale il jackpot più ricco che cresce più velocemente.

AGIMEG riporta che nei primi dieci mesi del 2017 il SuperEnalotto, insieme alla raccolta del SiVinceTutto, ha incassato 1,14 miliardi di euro. In confronto, nel 2016 sono stati registrati 1,4 miliardi.

In una relazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli relativa al gioco legale nel nostro paese, è stato specificato che la raccolta da giochi numerici a totalizzatore nel 2016 è stata pari a 1,58 miliardi di euro. Le vincite in questo settore ammontano a 849 milioni di euro, mentre la spesa effettiva dei giocatori ha raggiunto 731 milioni di euro. La quota di mercato di questo tipo di giochi è pari al 3,8% della spesa complessiva nell’industria.

Completata la fusione di Schumann S.p.A. e Sisal Group S.p.A.

Come menzionato sopra, Sisal Group è l’attuale titolare della concessione esclusiva per i giochi numerici a totalizzatore nazionale, di cui il prodotto più popolare è il SuperEnalotto. Inoltre, nel 2017 il Gruppo ha diversificato la propria offerta di prodotti della lotteria, con WinForLife! e EuroJackpot. Sisal gestisce i giochi della lotteria attraverso la sua rete di distribuzione e il proprio sito web.

Negli ultimi giorni di cui ci è pervenuta una importante notizia relativa all’operatore. Secondo quanto si legge in un comunicato stampa di ieri, la fusione per incorporazione di Schumann e Sisal Group è stata iscritta in data 23 novembre 2017, ai sensi dell’atto stipulato il 13 novembre e autorizzato dalla Banca d’Italia il 22 settembre 2017. A seguito della Fusione, Schumann S.p.A. è diventato titolare diretto del 100% del capitale sociale di Sisal Group.

La Fusione ha effetto dal primo giorno successivo alla Data di Registrazione, ovvero il 24 novembre 2017, secondo quanto previsto dal codice civile. Gli effetti fiscali e contabili della Fusione avranno effetto retroattivo dal primo giorno dell’anno nel corso di cui la Fusione ha avuto effetti giuridici, ovvero dal 1° gennaio 2017.

Inoltre, il gruppo ha recentemente pubblicato la sua relazione finanziaria per i primi nove mesi del 2017. Secondo quanto riportato, i ricavi dai giochi di lotteria del gruppo durante il periodo in esame sono cresciuti da 70 milioni da gennaio a settembre 2016 a 70,6 milioni di euro nel 2017. L’EBITDA del segmento è aumentato da 29,6 a 32,2 milioni di euro.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit